Molto spesso, con l’inizio dell’autunno, ci si ritrova a perdere molti capelli. Proprio come la salute della pelle, anche la salute dei capelli è ciclica: in inverno, il cuoio capelluto secco rende secchi i capelli che, in questo modo, sono più soggetti alla rottura e alla caduta.

Non solo: l’aria arida aumenta anche il rischio di forfora, e quella sensazione di avere la testa pruriginosa e malsana. Questo, insieme all’aria arida, può causare una notevole caduta di capelli in autunno e in inverno.

Come prevenire e rimediare la perdita dei capelli in autunno, dunque? Vediamolo insieme.

Perché i capelli cadono in autunno

Ogni giorno cadono dai 50 ai 100 capelli, e questo è perfettamente normale. Tuttavia, i ricercatori sanno ormai da decenni che le persone perdono un maggior numero di capelli in determinati periodi dell’anno, che in primavera i capelli crescono più spessi e che durante l’autunno si diradano.

Il ciclo vitale di un capello si divide in tre fasi, anagen, catagen e telogen:

  • nella fase anagen, i capelli crescono di circa 1,2 cm al mese (più velocemente in estate che in inverno). La fase di crescita dura in media da due a sei anni;
  • alla fine della fase anagen i capelli entrano nella fase catagen, un breve periodo di transizione che dura circa 10 giorni;
  • nella fase telogen il fusto del capello viene rilasciato e cade. Il follicolo rimane quindi inattivo per tre mesi e l’intero processo viene poi ripetuto.

Ogni follicolo pilifero è indipendente e compie il ciclo di crescita in momenti diversi: in caso contrario, perderesti tutti i capelli in una sola volta.

Guardando a ciò che succede di mese in mese, e focalizzandosi sui cambi di stagione, i ricercatori hanno individuato l’esistenza di un ciclo; ciò è evidente dai dati di ricerca su Google Trends. Uno studio condotto dalla Johns Hopkins e dalla Washington University ha esaminato le ricerche condotte dagli utenti sul web di otto Paesi, tra il 2004 e il 2016. Le persone hanno effettuato ricerche sul tema “caduta dei capelli” principalmente in estate e in autunno, e molto meno in primavera. Da qui l’idea che – tra marzo e maggio – i capelli siano più folti e più forti.

Ma perché i capelli cadono in autunno? Secondo gli studiosi, alla base della loro caduta vi sarebbe il diverso rapporto tra ore di luce e ore di buio, che va ad incidere sugli ormoni. A ciò si aggiunge lo stress della vita scolastica e lavorativa, che di certo non aiuta.

Come contrastare la caduta dei capelli in autunno

Esistono diversi stratagemmi per combattere la caduta dei capelli in autunno.

L’importanza della dieta

Innanzitutto, mangia sano e mantieniti idratato: diete scorrette, con un apporto insufficiente di vitamine, minerali e altri nutrienti essenziali, possono causare la caduta dei capelli. In particolare, la vitamina A stimola una sana produzione di sebo nel cuoio capelluto, la vitamina E stimola la circolazione sanguigna e aiuta i follicoli piliferi a restare produttivi, mentre la vitamina B mantiene i capelli in salute. Assicurati dunque di mangiare verdure a foglia verde, carni e latticini magri, soia, pesce e frutti vitaminici. Inoltre, bevi molta acqua e mantieni i capelli ben idratati: ciò previene le doppie punte e i capelli fragili.

I massaggi al cuoio capelluto

Un altro prezioso alleato è il massaggio del cuoio capelluto, per stimolare la circolazione sanguigna. Riscalda 2-3 cucchiaini di olio d’oliva o di mandorle e massaggialo lentamente sul cuoio capelluto affinché penetri in profondità nelle radici dei capelli (per una maggiore efficacia, puoi applicare l’olio anche sulla lunghezza dei tuoi capelli). Oltre ad essere estremamente lenitivi, i massaggi a base d’olio sono un ottimo modo per fornire ai capelli e al cuoio capelluto le vitamine necessarie a combattere le condizioni climatiche tipiche dei mesi freddi. Per eliminare la forfora, aggiungi all’olio un po’ di canfora: agirà come antisettico e aiuterà a ridurre la secchezza del cuoio capelluto prevendendo il prurito.

Altri consigli utili

Per combattere la caduta dei capelli in autunno puoi anche:

  • indossare il cappello, specialmente in caso di vento e precipitazioni: gli agenti atmosferici asciugano i capelli e li rendono più inclini alla rottura;
  • acquistare un umidificatore: il riscaldamento secca l’aria della casa, eliminando l’umidità dei capelli. Gli umidificatori aiutano a reidratare gli ambienti;
  • lasciare asciugare i capelli all’aria: l’asciugatura con il phon rimuove l’umidità dai capelli aumentando le possibilità di rottura;
  • effettuare una maschera per capelli almeno una volta a settimana.

Quali integratori assumere per la perdita dei capelli

Per cercare di contrastare la perdita di capelli stagionale, soprattutto nel periodo autunnale, è molto utile assumere appositi integratori a base di vitamine, minerali, aminoacidi e antiossidanti.

Da solo non sono risolutivi, ma insieme ad una corretta alimentazione ed all’uso di shampoo e balsamo specifici, possono fare la differenza, infoltendo la chioma e rendendo i capelli più forti.